Nasce in Bitem l’emulsione che non teme le gelate invernali

TUE 11 2015

Il pronto intervento manutentivo alle strade è una attività tipicamente invernale. È infatti proprio d'inverno che anche un piccolo ammaloramento del piano stradale si aggrava e diviene pericoloso. L'acqua che si infiltra con la cattiva stagione, infatti, con il gelo si espande e divarica il conglomerato. A quel punto l'azione combinata di acqua e carichi dei veicoli in transito dilava e sgretola con rapida progressione il piano stradale circostante ampliando dimensioni e profondità della buca. Una rovina inarrestabile finché non si reimpermeabilizza la buca, per evitare ulteriori infiltrazioni d'acqua dalle sue pareti, e la si riempie con nuovo conglomerato.
Tra i materiali più necessari per questa attività vi sono sicuramente le emulsioni bituminose per mani d'attacco e, appunto, rappezzi. Ma anche queste, contenendo come ogni emulsione una signicativa percentuale d'acqua, temono il gelo, e questo è sempre stato un ulteriore aspetto problematico per un'attività che deve appunto essere urgente e che, il più delle volte, avviene in condizioni climatiche difficili e soprattutto con basse temperature ambientali.
L'emulsione antigelo proposta da Bitem renderà quindi molto più agevoli e sicure, anche in termini di risultati, le manutenzioni stradali di emergenza. E questo sia per lo stoccaggio dei fusti, per quelli portati o lasciati in cantiere, infine per l'emulsione applicata durante il trattamento manutentivo.
Già le emulsioni Bituminose, a differenza del bitume, sono efficaci anche su superfici bagnate, ma la nuova emulsione antigelo di Bitem riesce a mantenere inalterate le sue caratteristiche fino a -12° sottozero, garantendo così la possibilità di programmare interventi di manutenzione e di realizzarli senza problemi e contrattempi, in un arco di giornate invernali ben più ampio di quanto non sia stato fino ad oggi possibile.
Una nuova soluzione ricca di vantaggi:
Per le amministrazioni, che potranno impiegare meglio e con più efficacia persone e mezzi dedicati alla manutenzione evitando così guasti ben più gravi, e in più senza il rischio di rovinare, con il gelo, le emulsioni già acquistate con i soldi dei cittadini.
Per gli operatori, che potranno con più sicurezza predisporre i fusti da impiegare nella campagna di manutenzione programmata, anche disponendoli all'aperto dove saranno utilizzati, con un ampio margine di sicurezza rispetto alle previsioni meteo.
Per i cittadini, che potranno vedere risolti i problemi più gravi anche nelle fredde giornate d'inverno e con maggiore sicurezza di interventi più efficaci e duraturi.